Non è mai abbastanza.

Non è mai abbastanza.
Impegnarsi porta problemi.
Il professore di analisi dei dati orientati alle decisioni ci ha assegnato un compito per confermare il voto provvisorio dell’esame. Il giorno della registrazione dovremo discutere un progetto di gruppo. Assegnati gli assi del POR FESR a ciascun gruppo, tutti noi ci giochiamo mesi di lavoro.
E non importa se il voto è già alto o se lui vuole veder solo il nostro impegno. La cosa importante è fare bella figura, e impegnarsi onestamente come sempre.
Non è mai abbastanza.
Il gruppo in cui sono capitata è formato da due persone che conosco bene, e una new entry che non mi piaceva da subito. Nessuna voglia di esporsi in aula, nessuna voglia di fare comunicazione. Una lavativa di quelle che annusi appena le incontri!
Ecco. Iniziano gli incontri per fare il progetto, e lei una domenica sera ha la brillante idea di scrivere ad una di noi che non potrà partecipare al lavoro perché ha dei problemi seri.
Ma guarda un po’ … che quando c’è da lavorare spuntano problemi come funghi, e chi crede che viviamo nelle favole ha solo furbizia da vendere.
Senza raccontare i particolari della vicenda, la ragazza in questione non si è mai presentata per fare il progetto, e ci ha offeso e trattato male dopo averle dato solo comprensione.
Non è mai abbastanza.
Finisce il lavoro e il problema serio della furbacchiona si risolve in un batter d’occhio.
Dopo il danno, la beffa.
mmm

Annunci

Guardare dalla finestra

Ho aperto questo blog con speranze e voglia di fare, e poi gli impegni mi hanno impedito di scrivere, e peggio ancora, di collegarmi ad internet.
Potrebbe chiamarsi pigrizia, e invece ho avuto dei problemi.
Oggi mi sono concessa qualche ora di pausa, perchè mi sento piena di vita come non mi capitava da un po’.
… e sono stanca di studiare, di pensare agli esami a breve, al mio futuro … sono stanca di vivere con la bramosia di FINIRE.
Oggi ho solo voglia di guardare dalla finestra e pensare a quanto sono fortunata!

relax