Belle speranze

Oggi scrivo senza sapere cosa scrivere.
E’ solo che sento la mancanza di quelle giornate in cui non facevo che scrivere e leggere …
E stendermi sull’amaca a guardare il cielo, sperando in un futuro anche per me.
Ora fatico a finire il libro di Svevo, e non perché sia noioso o pesante.
Siamo già a Luglio e sono bianca come un piccolo fantasma.
L’amaca in terrazzo l’abbiamo montata da più di un mese e ancora non mi ci sono seduta (non dico coricata eh … S E D U T A)
E anche quest’anno contavo di andare al festival della letteratura, ma non ci sono potuta andare.
Allora mi chiedo che senso ha avere le occhiaie, non dormire per giorni, fare sacrifici e poi sentirmi continuamente insoddisfatta.

Svegliarmi alle cinque non porta consiglio.

Annunci