Noncuranza di te.

Ma un uomo del genere, dico io, è capace, per denaro, di scannare un suo simile! L’ingordigia dell’oro è oggi un morbo diffuso, che finisce con l’abbruttire chi n’è preso.

L’idiota, F. Dostoevskij

Ieri mi sono sentita diversa.

Indifferente, a tratti imbarazzata per questo.

Ho scavato dentro di me per cercare un po’ di comprensione, ma sono arida se ti penso.
Eppure ti volevo bene, e ancora te ne voglio.
Questo non basta per superare la mia indifferenza, perché non riesco a crederti e nemmeno per un momento mi è dispiaciuto vederti in difficoltà.

Mi sento diversa per la totale noncuranza di te, e mi dispiace non per quello che perdo – se perdo – ma perché so che non hai nessuno.
E penso che, nonostante tutto, sono stata io a cercarti per chiarire, per parlare, per provare ad andare avanti.
E in te non ho sentito scuse, nè voglia di rimediare …
Tu che non sai con chi parlare, perché intorno a te hai fatto tabula rasa, e sei circondata da conoscenze frivole e amicizie egoiste, non ti preoccupi di avere quasi trent’anni e comportarti come se ne avessi la metà.
Tutto questo non ti aiuta a capire che sei ancora in tempo per essere quella che nascondi di essere.

e posso difenderti con chiunque, ma non come stessa.

La tranquillità che provo quasi mi fa paura.

Annunci

15 thoughts on “Noncuranza di te.

  1. Juliet, avere a che fare con sé stessi è come cercare
    un ago nel pagliaio. Non riesci a trovarti.
    Perchè si diventa vigliacchi e ci si nasconde molto
    bene.
    Ciao

    Ho scritto qualcosa a riguardo.
    Il post si chiama: A me.
    Buona domenica

  2. Cara Juliet, che impressione leggere queste tue parole! Avrei potuto scriverle anch’io, precise, tali e quali, e la persona cui sarebbero state dirette ha pure quasi trent’anni 😯

    Mi pare improbabile che sia la stessa ma… che strano, che strano, che strano… 🙄

    E’ proprio vero, siamo tutti sotto uno stesso cielo…

  3. beh, mi ci sono riconosciuta anche io (relativamente ad un episodio recente della mia vita amicale).
    È vero, ci sono persone che distruggono i rapporti da sole e nonostante l’altro/a si adoperi per tenerli in piedi, come se improvvisamente fossero presi da cecità.
    neanche la mia amica può essere la tua stessa, ma in un certo senso lo è
    grazie di aver descritto così bene anche un mio sentimento
    marina

  4. So per esperienza quanto si rimanga deluse in questi frangenti. E capita di sentirsi “aride” in determinati momenti. Ma io penso che non sia una colpa: è un fatto naturale, succede.

    Ciao!

  5. L’indifferenza può aiutare a distaccarsi da certe cose che non siamo noi, mentre diventare troppo aridi può portare ad oscurare la comprensione che è parte di noi. Alle volte certi momenti di tempesta possono contribuire a svelare quel che siamo oltre il nascondiglio… ciao!

  6. quello che dice melacandela lo condivido,
    questo tuo momento è importantissimo per capire te stessa nel profondo, appena la trovo ti mando una frase del mio filosofo preferito,
    a volte bisogna aprirsi delle crepe per vedere oltre…

  7. Proprio accanto al dolore del mondo,

    e spesso sul suo suolo vulcanico, l’uomo ha

    sistemato i suoi piccoli giardini di felicità.

    Che si osservi la vita con lo sguardo di colui che

    dell’esistenza vuole solo la conoscenza, o di colui

    che si arrende e si rassegna, o di colui che si

    allieta per la difficoltà superata, dappertutto

    si troverà un pò di felicità, spuntata accanto

    alla sventura, cioè tanta più felicità quanto

    più il suolo era vulcanico…

    F. Nietzsche

  8. E’ un libro che leggerò sicuramente appena possibile. E’ nella mia lista dei desideri su aNobii già da un po’ 🙂
    A presto , Marta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...