Il mio natale …

Non si tratta di essere romantici. È solo che amo il Natale.
Mi è sempre piaciuta la festa in sé, non per ricevere regali né perché si va in chiesa “fingendo” di essere contenti di non essere altrove.
Mi piace il natale perché inconsciamente mi aiuta a sentirmi migliore, mi spinge a comportarmi diversamente rispetto al solito.
È una festa in cui non mi sento di pensare a me, di trascorrere le giornate come voglio. Nel mese di dicembre esistono gli amici a cui fare il regalo, i famigliari con cui non discutere, gli auguri gratis.

Perché il regalo per un amico non è soltanto qualcosa di commerciale e ipocrita, ma significa pensare a quella persona, dedicarle del tempo, scegliere, girare, scambiare, vedersi in compagnia di una tazza di tè. È un ricordo che porterai quando cambierai casa o che ti farà pensare ad una persona lontana.
Il regalo è anche un legame.

Il natale per me è rivedere chi mi manca, non trattenere le lacrime (sentendosi stupide) dopo che l’amica che non vedi da soli due mesi viene a casa tua per salutarti, è uscire più spesso con la tua famiglia.

Talvolta si critica una festa perché la si pensa solo per il suo lato commerciale, ma per me non è così.
Mi rende felice fare gli auguri a chi mi conosce poco, ma con chi condivido una parte della mia vita, non mi pesa uscire in giro e sentire canzoni natalizie e sconosciuti con pacchetti tra le mani; adoro scambiare i regali, commercializzarmi un po’, sorridere più volte al giorno.

E non perché sono buonista.
Per me il natale è questo, e a tutti (anche se non vi conosco di persona) auguro di trascorrere delle feste ricche di serenità.

Annunci

9 thoughts on “Il mio natale …

  1. A me il Natale piace perché ricorda l’infanzia, ma non l’infanzia domestica, bensì quella scolastica, quando tutti noi bambini stavamo con la maestra a fare un presepe megagalattico sull’ampio davanzale della finestra: per me, quello è il sapore del Natale, con me che cantavo in coro insieme agli altri “Tu scendi dalle stelle”.

    In teoria, per me il Messia non è ancora arrivato, ma il Natale, nel mio ricordo, prescinde da questo piccolo particolare e ha solo il sapore di bambini festosi e pieni di sogni impegnati in una magia.

  2. Beh capisco che non tutti possano vivere il natale come lo vivo io, è naturale. Mi reputo fortunata di non avere ricordi spiacevoli e di vedere soltanto i lati positivi.
    Un felice natale ad entrambe, baci.

  3. Provare ancora l’emozione della dolce magia del
    Natale, ci fa sentire il cuore ancora puro e bambino.
    Ma, ricordarsi di tanto in tanto che Natale, può esistere anche tutti i giorni.

    Ti saluto augurandoti
    un Felice Anno Nuovo
    Gina

  4. mi piace quando il regalo suscita gioia e non è un obbligo ma un piacere,
    infatti mia cognata, che solitamente regala qualcosa ai miei figli, quest’anno ha fatto un pensiero a me, confesso che la cosa mi è piaciuta.
    Sono le piccole cose che poi accendono un giorno!!!
    Il natale purtroppo non lo vivo come te però mi piace quel calore che si sente in giro e quella voglia di magia!!

  5. Ciao frivolajuliet, ogni tanto svolazzo di qua e di là, e stavolta… mi son posato qua.
    Avevo letto questo tuo post verso Natale, mi era piaciuto molto.
    Poi l’ho riletto ora, e, non conoscendoti, mi sono chiesto come interpretare quel “Nel mese di dicembre esistono gli amici a cui fare il regalo, i famigliari con cui non discutere”, che mi ha fatto pensare che, sì, agli amici in genere non si fa in molte altre occasioni il regalo, però, non so, ecco, mi portava a pensare a un Natale che un po’ fintamente ci trasforma in superbuoni quando potremmo essere “normalmente” buoni.
    Però mi sono invece molto piaciute, senza dubbi stavolta, quelle parole con cui dici che il regalo “significa pensare a quella persona, dedicarle del tempo”, perché in fondo è questo secondo me che il regalo dovrebbe essere veramente, e se non doni, in qualche modo, un’anima al regalo, be’, varrà poco anche se costerà molto.
    Per ora, posso farti solo il buon Natale per il 2011… un po’ in anticipo.. ma sai, tra una cosa e l’altra meglio avvantaggiarsi! 😉
    Ah ecco, sì, mi era piaciuto il tuo post perché ho pensato che il Natale non è una cosa così brutta e mi piaceva leggere qualcuno che ne gioisse. Sarà perché quest’anno l’ho vissuto serenamente, ma in realtà penso che chi ce l’ha tanto col Natale e con le feste manca in qualche modo di serenità, e le feste, e il Natale la prima tra tutte, amplificano secondo me queste sensazioni (parlo per esperienza personale, ma direi che l’ho sentito più volte da varie parti)
    ciao ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...