L’adrenalina che disarma

Il prurito ai capelli mi spinge a darmi una calmata. Perché non si può far tutto e vivere le giornate sempre alla ricerca di informazioni nuove, di qualche impegno inaspettato, dell’ora in palestra a cui non si può rinunciare…

Lavoro a tempo pieno.
Pezzi da consegnare.
Zumba con cui scaricarsi e divertirsi.
Appuntamenti in quelle due ore libere dopo pranzo.
Ripetizioni d’italiano a quella bimba bellissima che ti corrompe con uno sguardo.
Un sito internet da aggiornare e gestire.

Potrei continuare a raccontare per ore di tutti gli impegni della settimana che non sempre riesco a far coincidere. Non sono mai contenta, cerco sempre qualcosa di diverso per non annoiarmi, per non avere tregua. Mi viene in mente una nuova idea e la voglio a tutti i costi portare avanti, mi si prospettano alternative a questa mia vita troppo stabile e piatta e non rinuncio, contratto per l’iscrizione all’albo dei pubblicisti e non mi spaventa l’impegno a cui vado incontro per due lunghi anni.

Posso continuare così?
Arriverà il giorno in cui il mio fisico non ce la farà più e dovrò fare una scelta?

In questa domenica di pace mi aggrappo alle ore come se fossero linfa vitale. E mangio schifezze che non dovrei mangiare, guardo un film per intero come non succedeva da anni.

Attendo la fine di questa giornata con la speranza che la settimana mi riservi anche un po’ di tranquillità.

Annunci

6 thoughts on “L’adrenalina che disarma

  1. Mi sembra di leggere la mia agenda mentale della settimana: una corsa dietro l’altra, appuntamenti ed impegni che devono incastrarsi l’un l’altro come tasselli di un puzzle, ed io che a fine settimana arrivo stremata. Ma nonostante ciò continuo ad aver voglia di fare un milione di cose, come se il tempo a mia disposizione fosse infinito. Non so quando mi renderò conto di non farcela più.

    P. S. Posso permettermi di fare una domanda? Hai scritto a proposito di un contratto da pubblicista… Hai fatto due anni di praticantato, vero? E scritto anche 80 articoli in due anni? Perché sto iniziando una collaborazione con un giornale anche io, ma ci sono alcuni aspetti che non mi tornano… Vorrei avere un quadro più chiaro della situazione, che questi della redazione non sanno darmi. Ma posso chiederti come è stata la tua esperienza? 🙂

  2. Dicono che annoiarsi sia molto brutto,ma anche noi non ce la passiamo male. Se penso alla mia giornata tipo mi sento male.
    Ad ogni modo, il numero degli articoli per la candidatura all’albo dei pubblicisti è decisa all’albo regionale. Nel mio caso, in sardegna sono richiesti almeno 40 articoli per il biennio. Io ho appena iniziato, perché ho sempre scritto pezzi senza però ricevere un “contratto/accordo” da una testata. E’ un cammino lungo, un praticantato che impegna molto. Se posso aiutarti chiedimi pure ciò che vuoi 🙂

    • Okay, avevo capito che avessi già ottenuto il tesserino. Quindi sei nella mia stessa situazione dato che anche io sto iniziando. Ma, come ti dicevo, l’aspetto economico non mi è molto chiaro. Io so che per legge il periodo biennale di praticantato vada retribuito, sebbene tutti quanti sostengono che nella pratica e nella realtà non funzionerà mai così. Difatti anche questa piccola testata con la quale sto collaborando non ha la minima intenzione di pagarmi, anzi! Ma non entriamo nel dettaglio…
      In ogni caso, tu vieni regolarmente retribuita?

  3. Il praticantato va retribuito altrimenti non è valido. Io collaboro tuttora con varie testate ma se non hai un accordo con il direttore che fa partire il biennio non vale. Il mio accordo è che verrò retribuita alla fine del biennio. Conosci la prassi?
    Devi scrivere e conservare tutti gli articoli dei due anni, che abbiano il tuo nome e che poi il tuo direttore consegnerà all’albo insieme al pagamento effettuato a tuo conto.

  4. Che faccio commento ? Ma si, ormai sono qui !
    Ma di che ti preoccupi ?
    Vedrai che tra qualche anno sarà … molto peggio.
    Io sto ancora aspettando il periodo di tranquillità.
    Quando arriva la tranquillità è solo un incubo di silenzi.
    Pedala, corri, vola, scrivi e … canta !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...